Ricette per bambini, Secondi piatti

Baccalà e Patate in Vasocottura

Maggio 18, 2021
patate e baccalà in vasocottura per Nanni

Parlando con Paola Nanni delle opzioni ricette, parlammo del metodo vasocottura e di una proposta di ricetta da poter preparare, che doveva essere come sempre semplice e alla portata di tutti.

Così, come ogni volta che inizio qualcosa di nuovo, mi son messa a studiare ed ho tirato fuori questa ricettiva deliziosa e veloce dove la materia prima viene esaltata in tutti i suoi sapori.

Questo è ciò che differenzia la vasocottura da altri metodi di cottura, tutte le proprietà e i sapori restano all’interno del vaso di cottura .

Vi consiglio barattolini in vetro con coperchio e guarnizione come in foto perché sono più facili da aprire.

Nel trito ho aggiunto la menta per avere quell’esplosione di estate, sognando di degustare questo piatto con le gambe allungate a riva, che ne dite?

Questo metodo di cottura è perfetto anche per un pranzo fuori, un pic-nic, una schietta o lunch box chiamatela come volete, comunque sia i vasetti si prestano per il trasporto.

Ingredienti:

2 patate Nanni

300g di baccalà pronto da cuocere

(non dovrà essere ammollato in acqua)

2 rametti di timo

2 spicchi di limone

4 foglie di basilico

1 mazzetto di prezzemolo

qualche foglia di menta fresca

1 spicchio d’aglio

olio extra vergine di oliva

Procedimento:

  • Vi consiglio di sbollentare le patate 10 minuti in acqua bollente, per non cuocere troppo in vasocottura il baccalà
  • Tritate basilico, prezzemolo, menta e aglio finemente
  • Tagliate le patate e mettetele nel vasetto, unite i bocconcini di baccalà e insaporite col trito di erbette, timo, olio e limone. Io non ho aggiunto il sale perché generalmente il baccalà è saporito ed ho fatto la scelta giusta.
  • Disponete i vasetti chiudendoli con gommina di guarnizione, tappo e clip Wek in una teglia con due dita di acqua e cuocete in forno a 180°C per 15 minuti
  • Togliete la teglia dal forno e aspettate alcuni minuti prima di aprire i vasetti, potreste scottarvi.
  • Serviteli caldi

Forse ti piacerà anche

Non ci sono commenti

Lascia una risposta