PEPERONATA… A MODO MIO!

20 Giu 2016
Difficoltà:

Tempo:

Che dire….una settimana a dir poco intensa…non ce l’ho proprio fatta a prender quel treno!
E’ stata una settimana intensa, tra Pitti a Firenze, mio marito sempre là, tornava a casa e stavamo fino all’1 a chiacchierare dei suoi incontri, delle sue foto, di nuove amicizie e nuovi appuntamenti…poi nel fine settimana i preparativi per il compleanno di mia sorella e la Notte Bianca!
Uahuuuu sempre tutto insieme si accavalla nella mia vita, ma sapevo che a breve sarei andata in ferie quindi via….la cucina in funzione senza stop, il riposo del guerriero arriverà a breve.
Sono stata incerta fino a Venerdì se organizzare un Cocktail Party nel mio negozio, appunto per la Notte Bianca, o prendere il treno per Milano con mio marito, ma alla fine questo senso di responsabilità che mi accompagna ormai da tutta la vita ha predominato. Ho iniziato ad invitare clienti, amici ed ho pensato di omaggiarli con sfiziosi finger food e il mio Cocktail Hugo, dico mio perché preparato con lo sciroppo di sambuco (QUI), colto e preparato dalle mie manine. E’ stata veramente una serata splendida, tante persone sono passate a fare un brindisi, abbiamo chiacchierato, riso, brindato e ciaccolato dalle 21:00 alle 1:00, quelle serate che non vorresti finissero mai, nonostante le tue gambe urlino “Lettoooooo”. Il pomeriggio sono stata a casa a preparare il super cheescake per il 40esimo di mia sorella che si sarebbe svolto il giorno seguente, una torta salata (svuotafrigo:le ricette migliori) e una crostata alternativa alle fragole, queste erano le mie incombenze per la festa: a ognuno il suo!
Così la mia domenica si è svolta praticamente tutta a casa di mia sorella, abbiamo pranzato, ci siamo alzati da tavola alle 15:30, a quell’ora abbiamo mangiato le torte!!! Come facevo a prendere un treno per Milano??? Non avevo né la testa né la voglia di correre in su e in giù, tra una sfilata e l’altra ho preferito coccolarmi le nipoti!!!
Poi ci siamo rilassati un po’ e giocato tutto il pomeriggio con le bimbe, visto che la Gemma ora partirà per il mare per un po’ non la vedrò…sigh sigh sigh già mi manca!!!!
Alle 21:00 siamo tornati a casa, Massy era a Milano già dal sabato, così non ho cenato, mi son messa a rimettere apposto la cucina, visto che sembrava fosse scoppiata la 4° guerra mondiale, ho iniziato a scrivere questo post, fino a quando un cinguettio assordante non ha interrotto il silenzio!
3 civette sul comò che facevano l’amore….ahahahah, ho due civette sul tetto, oh mio Dio!!! Fanno dei rumori impressionanti, menomale non ho la camera in cucina non potrei dormire!!!
Portano fortuna o sfortuna???
Mi son messa a leggere su internet, dicono che al meridione “mamma mia le civette portano sfortuna”, ma là scaramantici come sono, sono poche le cose simboleggianti la fortuna; mentre secondo la leggenda greca per la Dea Atena la civetta è simbolo di sapienza e protezione. Un rapace che riesce a vedere nell’oscurità della notte, quindi splendida metafora della conoscenza e della sapienza che vincono le tenebre dell’ignoranza.Per i greci è un simbolo portafortuna, rappresentata per questo anche sulla moneta greca.Il gufo invece è visto come uccello del malaugurio, la civetta, invece,  è vista come protettrice contro il malocchio!!! Stateci civette quanto volete allora….ahahahhaahaah
Vi auguro una felice settimana con questa peperonata a modo mio!
Ingredienti:
20-30 friggitelli
1 cipolla di Tropea
3 carote
3 patate
finocchietto selvatico
olio evo
sale e pepe q.b.
peperoncino
1 barattolo di pomodori in pezzi (fatti da voi e conservati quest’inverno) oppure se non li avete usate 2 pomodori freschi maturi
Procedimento:
  1. Se avete l’Wok (se non l’avete usate un tegame aumentando di un cucchiaio l’olio) mettete un filo d’olio e la cipolla tagliata a fettine sottili sottili, aggiungete acqua calda poco per volta lasciando sudare la cipolla, a fuoco basso, dovrà diventare trasparente. A questo punto aggiungete le verdure tagliate a pezzetti, aggiungete ancora acqua, il sale e cuocete per 20-25 minuti circa. Unite a metà cottura il finocchietto a pezzettini e il peperoncino.
  2. Una volta che le verdure saranno tenere spengete e servite.
  3. Se non lo servite subito potrete mettere la vostra peperonata in vaschette di alluminio, coprire e surgelare; oppure mettere in frigo andrà avanti 2 giorni.
  4. E’ ottima anche come piatto unico messa sul pane tostato.
Bon appètit!

 

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

Primavera, Secondi piatti

Foglie di barberosse come contorno

Difficoltà:

Facile

Tempo:

10 minuti

Antipasti, Primavera, Secondi piatti

Polpette di carne con cracker

Difficoltà:

Facile

Tempo:

30 minuti

Conservare in barattolo, Primavera

Pesto di barberosse

Difficoltà:

Facili

Tempo:

10 minuti

Antipasti, Primavera

Chips di barberosse

Difficoltà:

Facile

Tempo:

15 minuti

Libri e pensieri, Primavera, Viaggi

Il Mio Pitti Taste15 2022

Difficoltà:

Massimo divertimento

Tempo:

26-27-28 marzo