Mise en place: parola d’ordine Natale

18 Dic 2023
Difficoltà:

media

Tempo:

infinito

Come sapete amo follemente il Natale e quest’anno ho ripetuto “Toglietemi tutto ma non il Natale”, perché amo decorare la mia casa, quasi un mese prima se posso e il tempo me lo concede per avere quell’ovattamento che creano le lucine, l’albero, cerbiatti e alberelli sparsi qua e là.

Spesso mi domando cosa farò nell’anno nuovo, si stanno aprendo nuove porte e molte spero se ne apriranno, io sono comunque ancora imprigionata tra scadenze, preventivi, e pagamenti. Vado a letto tardi per capire come fare a chiudere questo capitolo triste che mi ha schiantato contro un muro, ma so che, a parte le insicurezze, i nervosismi e le inquietudini troverò la mia strada.

Come dice la mia analista “Tu sai, basta che ti ascolti e saprai cosa fare. Hai sempre fatto così, devi solo darti tempo”

Eh che nota dolente “darmi tempo”, faccio mille cose in un minuto, non riesco a star sul divano, è più forte di me, ma in questo periodo storico della mia vita devo assolutamente fermarmi e capire.

Oggi non vi delizio con un piatto speciale, ma una mise en place speciale, con tovaglie sopravvissute all’alluvione che sono disponibile in negozio. Prendete spunto e venite a trovarmi, abbiamo ancora bisogno del tuo aiuto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...