Dove mangiare e Dove Bere, Viaggi

Dove Mangiare sul Gargano

Agosto 20, 2019

Sapete che ogni mio viaggio ha la nota particolare di “Mangiar i piatti tipici del posto” infatti spesso scelgo le ferie in base a dove mangiare.

Quest’anno a Giugno siamo stati sul Gargano precisamente a Peschici, visitando poi altri luoghi vicini, come Rodi, Vieste per poi finire anche a Corato di Puglia e Barletta per incontrarsi con amici pugliesi.

Ora vi racconto un pò, così se sarete lì in ferie vi do due dritte su cosa assaggiare.

A Peschici dovete assolutamente andare a mangiare la Paposcia, una pizza particolare, a lenta lievitazione, una sorta di calzone farcito, ma non a forma di mezza lunga ma due strisce di pasta lunghe il doppio del piatto di portata.

La più buona in assoluto nel ristoranti “La Piazzetta“, da Nino l’inventore della Vampa , chiamata così perché cotta con la vampa, la fiamma del forno a legna, le due lingue di impasto gonfiano in forno, generalmente vengono cotte, poi dici cosa ci vuoi dentro, te la farciscono, la rimettono in forno e te la portano.

Il l’ho assaggiata con Cime di Rapa e salsiccia il primo girono, ma ci sono voluta tornare l’ultimo giorno da quanto mi è piaciuta ed ho provato la Best : salame piccante e scamorza….da urlo!

Il posticino un pò spartano, ma le persone molto gentili, ti senti a casa e ci sono tutti clienti del posto, questo per me è una nota da non sottovalutare, visto che ognuno di noi a casa propria ha la sua pizzeria preferita, o no?!?

Secondo posto favoloso, sperimentato anni fa, questa volta non ci siamo riusciti ad andare, è Porta da Basso, da Domenico posticino suggestivo a picco sul mare, curato l’ambiente, il personale e lo chef a fine pasto passa a sentire come i clienti sono stati.

Domenico ha lavorato anche dalla Clerici a La Prova del Cuoco, ricordo ancora il sapore del mare nei suoi piatti. Un posticino per occasioni speciali, visto che qui si spende un pò di più, ma io ve lo consiglio, ogni tanto dobbiamo premiarci!

A Vieste invece siamo andati a cena in un localino sulla via principale, dove i camerieri sono tutti vestiti da marinai, maglie a righe tipiche bianco e blu, foularino rosso al collo e cappellino. Non so il nome, ma è sulla via principale lo vedete sicuramente.

Abbiamo girato un pò quella sera, anche all’interno del paese ma era tutto pieno anche ristoranti molto chic nella grotta, ma tornando indietro abbiamo detto “Perché non andiamo dove abbiamo visto prima, forse non ci sarà più posto, proviamo” siamo tornati e ci siamo seduti.

Elio ha mangiato ovunque orecchiette con pomodorini…le sue preferite!

A Rodi invece abbiamo cenato, dopo aver mollato la macchina sulla strada su righe blu, abbiamo chieste a due carabinieri che eran li ” ma si può parcheggiare qui?” c’hanno risposto ” e che c’è scritto di no?” ahahahahaha

comunque siamo andati a cena da “Pane e Pomodoro” zona pedonale, tranquilla lungomare, qui ho mangiato “Orecchiette Cozze e Fagioli” favolose!

Noi eravamo alloggiati nell’hotel Villa a Mare a Peschici, un posticino favoloso, con spiaggetta privata (10€ due lettini e l’ombrellone) troppo comodo per non fermarsi li tutti i giorni. In più a due passi c’era un’alimentari che faceva panini e paste fredde favolose, per cui il giorno stavamo sempre li.

Non siamo riusciti a fare escursioni c’era sempre bollino rosso causa vento forte, ma il clima è stato meraviglioso, quando uscivamo dall’acqua (che era un brodo) all’ombra avevi quasi freschino.

Il giovedì siamo scesi giù per strade impervie tra il bosco arrivando fino a Corato dove avevamo fissato di incontrarci con Valeria dell’Azienda Prima.Bio e Fabrizio dell’Azienda Agricola del Sole.

Persone speciali, ci hanno mostrato le aziende, abbiamo parlato coi responsabili che ci hanno illustrato la natura, la storia, l’essenza di ogni prodotto fatto con amore e passione, c’hanno portato a pranzo in un ristoranti favoloso “La Bottega dell’Allegria” decisamente magico dove abbiamo mangiato da favolo.

A casa infatti ho rifatto subito quelle orecchiette con i gambi dei fiori, (ho scoperto poi quanto siano ricchi di sali minerali e proprietà benefiche lo sapevate voi?)fiori di zucca e briciole di pane fritto…mamma mia che meraviglia mangiare nei posti giusti, ne sento ancora il gusto!

Dopo ci hanno portato a visitare tutti i frutteti, agrumeti, uliveti, vigneti, ettari e ettari di terreno, assaporando ciliegie raccolte dall’albero, arrivando poi fino a vedere la mietitura del grano!

Elio era così felice, non aveva mai visto la mietitrice ne è rimasto entusiasta!

Adoro unire le ferie alla mia passione-lavoro e ho scoperto quanto sia bello portare Elio con noi in questi viaggi.

Elio è un bimbo che si adatta e si entusiasta ad ogni nuova situazione se è con noi, forse perché con noi, come noi con lui, insieme, andremmo fino in capo al mondo!

I Pugliesi sono persone speciali, hanno cuore grande e passione, tanta passione per ciò che fanno.

Visitate i loro siti ve ne accorgerete!

Prima.Bio e Agricola del Sole

Forse ti piacerà anche

Non ci sono commenti

Lascia una risposta