UN NATALE SPERIMENTANDO….IL MIO PAN BRIOCHE AL VIN SANTO!!!

29 Dic 2014
Difficoltà:

Tempo:

 

 

 

 

 

Il mio Natale ricco di doni….
Quest’anno è stato un Natale scintillante, finalmente la KitchenAid è venuta ad abitare nella mia cucina e chiaramente anche lei ha avuto il suo nome…Olivia!!!
E’ sì, si è proprio meritata il nome della mia dea Olivia Pop, l’attrice protagonista di Scandal, telefilm strepitoso su Sky, una meravigliosa, incantevole donna di colore, stupenda nell’aspetto e altrettanto stupendo il personaggio che interpreta, una donna tutta d’un pezzo innamorata follemente dell’amore, ogni tanto anche lei crolla ma….questo la rende umana ahahahahhaahh.
Insomma quando l’ho posizionata accanto al Bimby le ho sussurrato…
“faremo grandi cose insieme io e te!” ahahahhahaha
Quando ho scartato il regalo,  in realtà già sapevo quello che c’era, perché mio marito non regge nemmeno un bicchier d’acqua e io quando voglio una cosa (è sempre stato così dall’epoca del “io voglio il motorino”) stresso l’anima a tutti e per mesi finchè non arriva tutti mangiano con me “pane e kitchenaid”, sarebbe stata una sorpresa se non ci fosse stato sotto l’albero….oddio non voglio nemmeno pensarci!!!
Beh i miei genitori, mia sorella e suo marito quest’anno hanno deciso di unire le forze e farmi questo regalo straordinario che regalerà tanti impasti golosi a tutti…quindi via vi siete svenati ma ne assaggerete delle belle!!!!
Mio marito derubato del regalo che aveva preventivato di farmi lui (la KA), mi ha fatto una super sorpresa…
Correndo tra un impasto e l’altro la vigilia di Natale, ho notato che non c’era più tutta l’impalcatura che ho sempre vicino alla finestra per fare le foto e mi son detta tra me e me “ohioi o perché me l’ha levata?” mi giro e vedo un mobile nuovo vicino a me!!!!!
Urca!!!!!!!!!!!!!!! O questo???
Sopra seduto c’era il mio piccolo folletto di Natale presente nelle ultime foto con un biglietto “Ciao mi chiamo Josephine” ho iniziato a ridere come una pazza!!!
Ogni essere vivente e non, che mette piede in casa nostra…ha un nome!!!
Insomma è stato un Natale proprio da ricordare e dopo alcuni giorni di titubanza, in cui guardavo Olivia ma ancora non sentivo arrivare il SUO momento, oggi ho deciso di provare…
Ho rinfrescato l’Ornella, la mia Pasta Madre e ne ho usata un pò per fare il pan brioche, quello che avevo fatto per Natale, sì proprio quello delle foto!!!
Quest’anno ho avuto l’idea di fare questi piccoli panettoncini come segnaposto, per ogni invitato alla tavola di Natale di mia mamma, eravamo in 14 quindi non vi dico quanto pan brioche abbiamo mangiato, l’ho distribuito anche ai negozi vicini, ma alla fine la ricetta è risultata perfetta. E’ si lo sapete che io non sono mai contenta finchè non personalizzo una ricetta, e così da una tratta dal Magazine di Jamie Oliver ho variato alcuni ingredienti raggiungendo un gusto spettacolare!!!
Per questo Natale io mi sono occupata degli antipasti, dei lievitati come pane e facaccia con l’Ornella chiaramente, dei segnaposto e della torta!!
Ho deciso di fare un pan brioche-panettone con uvette, bacche di goji, zenzero candito e arance caramellate tutto home-made, al profumo di Vin Santo della mia cantina!!
Ho decorato poi con panna montata alla vaniglia, spolverizzando il tutto con zucchero a velo.
Vi auguro una felicissima e serenissima Fine Anno e un altrettanto felicissimo e serenissimo 2015!!! Noi saremo a cena con amici, la fine dell’anno che preferisco, calore, cibo, tante chiacchiere e risate…
E voi??? Che farete????
Ingredienti:
300g di farina 00
200g di Manitoba
100g di zucchero
14g di lievito essiccato
150g di burro morbido
175ml di latte tiepido
25ml di Vin Santo
3 uova
1 pizzico di sale
1 bacca di vaniglia bourbon
la buccia di un limone non trattato
100g fra: zenzero candito (Qui), arancia caramellata, bacche di goji e uvetta
Ingredienti per decorazione:
250ml di panna fresca
1/2 bacca di vaniglia
2 cucchiaini di zucchero a velo
Per i panettoncini:
spennellateli con 1 tuorlo e un pochino di panna fresca prima di infornarli
Procedimento:
In una ciotola mettete le farine, lo zucchero, il sale e il lievito secco.
Nella planetaria amalgamate le uova, il latte tiepido e il Vin Santo, unite gli ingredienti secchi lavorando il composto per 8-10 minuti.
L’impasto dovrà risultare liscio e omogeneo piuttosto compatto, non troppo umido, se non è così aggiungete uno o due cucchiai di farina, continuando ad impastare. Unite il burro un pezzettino per volta lasciando che si incorpori all’impasto procedendo fino all’esaurirsi dell’ingrediente.
Imburrate una ciotola e lasciate a lievitare l’impasto per 1 ora o finchè non raddoppia di volume, preferibilmente vicino ad un termosifone con pellicola sopra.
(Se in questo impasto userete la PM ci vorranno senz’altro molte più ore di riposo).
Disponete la frutta secca in un contenitore bagnandola con un cucchiaio di Vin Santo e lasciatela riposare fino all’utilizzo.
Prendete il vostro impasto e sgonfiatelo su una spianatoia, lavoratelo alcuni minuti con le mani se farete i segnaposto dividete l’impasto in 12 pezzi, altrimenti mettetelo in un contenitore di carta da panettone, ma prima prendete la palla tirate ogni lembo esterno al centro capovolgete l’impasto ottenendo una palla uniforme e mettetela nello stampo (stesso procedimento per ogni pallina).
Disponete in forno spento con luce accesa, coprendo il tutto con una canovaccio e lasciate riposare ancora 1 ora.
Se volete l’effetto lucido spennellate con tuorlo e panna prima di cuocere.
Cuocete a 175°C- 180°C nella grata più bassa del vostro forno per 20-25 minuti. Se si scuriranno troppo copriteli con carta stagnola.
Sfornate e lasciate raffreddare su una griglia.
Questo impasto potrete usarlo per fare le girelle, le trecce, i cornetti insomma tutto quello che vi verrà in mente, date sfogo alla fantasia!!!
Bon appetit!

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

Estate

Influencer per Verdissima

Difficoltà:

Alta

Tempo:

Una vita

Dolci, Estate

Galette alle ciliegie

Difficoltà:

Facile

Tempo:

40 minuti

Estate, Se semini raccogli

Eliminare i pidocchi dalle piante

Difficoltà:

facile

Tempo:

15 minuti

Primavera, Primi piatti

Orzo e verdurine di stagione

Difficoltà:

facile

Tempo:

1 ora