Risultati di ricerca per

sale

Gluten Free, Ricette per bambini, Ricette vegetariane

Zucca in forno col mio sale aromatizzato: benvenuto autunno!

Ottobre 9, 2020
zucca

L’autunno io lo amo, amo i suoi colori, quel bisogno di tirar su la copertina infondo al letto, amo i colori dei boschi rossicci.

Mi sono sposata in autunno vi dico solo questo…

I periodi di cambiamento li ho sempre amati, perché sai che arriverà il freddo, per cui ti nutri di quel solchino che ancora scalda con quell’arietta frizzante, ti dedichi a lunghe passeggiate, ti incanti a guardare il cielo cambiar colore, sentendo lo scricchiolio di foglie che cadono sotto i tuoi piedi…

Autunno è per me zucca gialla, funghi e tutto deliziato in ricettine smart alla portata di tutti.

Questa la mia zucca in forno al sale aromatizzato: non dimenticate di farlo, il natale si avvicina, iniziate a pensare ai regalini furbi alle amiche!

La ricetta la trovate sul mio canale IGTV ma presto ve la metto anche qui non temete!!!

Ingredienti:

metà zucca gialla

2 cucchiai di sale aromatizzato home made

salvia e rosmarino

olio evo

Procedimento:

  • Lavate la zucca e tagliatela a rondelle, privatela dei semi che potrete essiccare in forno e poi sgranocchiarveli
  • Mettete in una teglia bagnata di olio e girate le fette in modo che si insaporiscono da entrambi i lati
  • Cospargete di sale aromatizzato e erbe
  • Cuocete a 180° per 45 minuti
Gluten Free, Ricette vegetariane

VERDURE IN FORNO AL SALE AROMATIZZATO

Agosto 23, 2019
VERDURE IN FORNO AL SALE

Favolose le verdure cotte in forno, nonostante il caldo io non posso non cuocerle!

Una ricetta della mia amica Valentina, un must che spesso ormai faccio, da sole, se aggiungete un bel pezzo di formaggio grattugiato sopra a fine cottura, ma anche sole come contorno.

Ingredienti:

2 melanzane

4 patate media grandezza o tante piccole ( le mie sono piccole e le mangio con la buccia)

10 ciliegini o 2 pomodori

sale aromatizzato 2 cucchiaini

olio evo

Procedimento:

  • Lavate le verdure, essendo del mio orto io non tolgo la buccia a niente: lavo, taglio e verso in padella
  • Versate 2-3 cucchiai di olio nella teglia e mettete le verdure, i pomodori vi consiglio di metterli gli ultimi 5 minuti se usate i ciliegini, sennò gli ultimi 10 minuti se mettete i cuori di bue
  • Condite col sale aromatizzato ( se non l’avete mettete sale, timo, un rametto di rosmarino, qualche foglia di menta e uno spicchio d’aglio schiacciato)
  • Cuocete 65 minuti a 180°C, gli ultimi 10 minuti aggiungete il formaggio grattugiato se vi va, io uso la provola
VERDURE IN FORNO
Gluten Free, Ricette Toscane, Ricette veloci e svuotafrigo

LE FRUGIATE NEL SALE, COTTURA IN PADELLA!

Dicembre 1, 2017

Il 1° di dicembre…l’inverno è arrivato!

Mancano 24 giorni a Natale oh my God, it’s incredible!

Sembra ieri che in costume non vedevamo l’ora di tuffarci in acqua, mentre, oggi, non vediamo l’ora di tornare a casa e scaldarci davanti al fuoco, goderci il nostro albero di Natale (io l’ho già fatto da 20 giorni) e accedere tutte le lucine in casa.

ElioMio tu sì che fai progressi, il tuo secondo Natale con noi e ancora non ho deciso cosa regalarti…forse perchè ancora non hai un gioco preciso da chiedere, a parte quando, imitando Gemma e Elide, guardi la tv e alla pubblicità di un gioco gridi “Quello quello” magari la cosa più assurda che ci possa essere.

Martedì c’è stata la riunione all’asilo e il 21 ci sarà un piccolo laboratorio dove creeremo un cuscino insieme mmm…chissà come ti darai da fare!

Le maestre mi dicono che sei un bambino tanto attento, curioso, inventivo, chissà come sarai crescendo, ma se il buongiorno si vede dal mattino beh…avrai una buona strada da percorrere!

Oggi vorrei augurarvi un buon week end parlandovi di queste frugiate speciali, scoperte sul web: le frugiate nel sale in pentola!

Una figata ragazzi, non dovrete far altro che inciderle, adagiarle sul sale e chiudere il coperchio.

Ne usciranno delle frugiate morbide e se le comprerete nel vostro posto di fiducia non potrete che divorarle in un battibaleno.

Io le prendo da Roberto…il socio di Luca, ve ne ho parlato alcuni post fa di Luca, il ragazzo che ha deciso di fare del suo hobby il suo lavoro: coltivare la terra e venderne i frutti.

Lo trovate il martedì e il sabato nella piazzetta dello stadio a Quarrata, il giovedì al “Baretto” di Cristiano, pochi metri prima dello stadio.

Ingredienti:

castagne

sale grosso

Procedimento:

  1. Non dovrete far altro che incidere le castagne e adagiarle sul sale, io generalmente ne uso una confezione intera, chiudete il coperchio e cuocete 25-30 minuti a fuoco medio
  2. Una volta passato il tempo potrete aprire il coperchio e vedere se necessitano altri 5 minuti
  3. Quando saranno pronte spostatele in un canovaccio pulito e lasciatele chiuse e strette per 5 minuti
  4. Ora potrete spellarle con le vostre manine
  5. Il sapore della castagna resta integro come se le facessi nel caminetto



Conservare in barattolo

GIORGIONE… E IL CAPPERO SOTTO SALE!

Giugno 9, 2015

 

 

 

 

VI RICORDO L’APPUNTAMENTO DI GIOVEDI’ 11 GIUGNO h.18:30 ALLA LIBRERIA “IL GHIRIGORO” MONDADORI A QUARRATA
PER LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO IN CUI CI SONO IO
“IL GUSTO DELLA TERRA” CON UN APERITIVO RICCO DI FINGER FOOD FATTI DA ME!!!NON MANCATE!!!
Ce la farò ce la farò ce la farò….a pubblicare questo post, dai Azzurra hai mezz’ora di tempo!!!
Domenica è stata una giornatona ragazzi per tutto, per gli incontri, per le circonferenze, per la distanza per arrivare, per la mangiatona fatta, per la compagnia super insomma una domenica da ricordare e adesso avrei voglia di condividerla con voi!!!
Siamo partiti coi miei genitori alle 10:00 in punto stando alle calcagne di mio marito, perché come ormai saprete, è lui in famiglia che ritarda ma….non avevo calcolato mia sorella!!!!!!!!!!!!
Fissatto alle 10:00 arrivati lei and family alle 10:25!!!
Va beh partiamo per questo lungo viaggio verso Montefalco, 2 ore e 36 di tragitto, con l’acquolina in bocca vedendo cosa fa Giorgione nei suoi programmi di cucina e viaggia viaggia riusciamo ad arrivare ridendo a crepapelle perché i miei sono come Sandra e Raimando Vianello tutto un battibecco, ma questo è puro amore ed io e Massy siamo uguali, tant’è che, ad un certo punto, lui esclama “Ecco da chi hai preso!” riferendosi chiaramente a me ahahahhha e va beh è il bello della diretta!!!
Ok arrivati abbiamo parcheggiato ammirando il magnifico paesaggio, Gemma innamorata folle della sua zietta mi ha subito presa per mano dicendomi “Zia io sto con te” siamo arrivate al ristorante di Giorgione “Alla via di Mezzo”!!
Arrivati anche gli altri nostri amici, Stefano Elisabeth e i loro bimbi, nell’euforia ci sediamo al nostro mega tavolo da 12 e vediamo Giorgione che si muove tra i tavoli con mazzi di fiori….”Mmmm di chi sarà il compleanno??mica il suo??”
Era il suo compleanno!!Cacchiarola avevo fatto una mega torta Fluffosa con glassa di zucchero e frutta fresca e la sera prima avevo pensato di portarla, poi mi hanno detto tutti “nooooo magari si offende!” allora niente ho pensato; invece potevo portarla a lui, direttamente a lui come dono!!!
E va beh si vede era destino ce la mangiassimo noi!!!
Insomma iniziamo a servirci a questo sublime banchetto di leccornie, l’antipasto era a buffet, tutto delizioso, tutti decisamente squisito, dai fagioli con trippa, ai nervetti con scorsette d’arancia semplicemente divini, ai formaggi uno può buono dell’altro, a quelle verdurine grigliate mmmm… insomma tutto speciale.
Degustato il tutto pasteggiando a suon di Vino Sagrantino ci sono arrivati i famosi “gnocchi al Sagrantino” e “tagliatelle fatte a mano con salsiccia e asparagi” mamma mia ragazzi non potete capire la bontà!!!
Mi son rifatta due volte e potevo fare anche il tris perché il secondo mi è piaciuto meno, tutto il resto era davvero spaziale!
Anche il vino è divino 15° di vino che non senti, ve lo giuro, nessun cerchio alla testa, solo tanto e tanto piacere nel degustarlo!
Sul finale ci sono arrivati “assaggio di dolci” eccellenti anche loro, torta alla ricotta, torta cioccolato e pere e brownies qui non si sente la mano di Giorgione non ce lo vedo a fare i Brownies comunque sia divini anche i dolci, complimenti davvero! Siamo stati da 10 e lode e ve lo consiglio, chiaramente fate come noi, prenotate minimo 4 mesi prima sennò non troverete posto, questo è garantito!
Ci siamo fatti le varie foto, chiacchierato un po’ con lui e poi ci siamo diretti verso il paese per digerire tutto quel ben di Dio!
Camminando mia mamma esclama “Guarda quanti capperi ci sono su quel muro” cavoli ci siamo subito messe a raccoglierli riempiendo la mia pochette e questo il risultato che potrete vedere!
Guardate il colore che hanno questi capperi freschi appena raccolti, mamma mia che soddisfazione raccogliere i frutti, conservarli e poi mangiarli!!!
Non riesco ad esprimerne la gioia, ma ne provo tanta!!!!!!!
Capperi
Sale Grosso
Non dovrete far altro che sciaquarli sotto acqua corrente fredda, tamponarli con carta assorbente fino ad asciugarli completamente, dopodiché prendete un vasetto strilizzato e unite capperi e sale grosso a coprire completamente.
Bon appètit!

 

Ricette vegetariane, Secondi piatti

FRITTATINA FRESCA FANTASIA DELL’ORTO, ASPARIGI E FIOR DI SALE

Maggio 25, 2014

 

Che giornata spettacolare oggi!!!
Beh il sole è stato raggiante per tutto il giorno, e sembra davvero che il sole sia vita, perché quando al mattino i miei occhi si aprono intravedendo quella luce splendente che filtra dalle persiane, scatto subito in piedi e inizio a far mille cose, carica di vita. Stamani mi sono alzata, cambiata velocemente, saltata in macchina e via… al mercatino biologico, ho comprato alcune verdurine, della ricotta freschissima e poi sono andata a votare!
Sembra che non molti ne abbiano avuto voglia, vista la poca affluenza, ma io mi sentirei in colpa non andando, lo so che forse sono sciocca visti i politici che ci governano e viste le cose come vanno, ma se non andassi a fare il mio dovere non potrei brontolare per ciò che fanno, no???
Ho fatto un giro in macchina cantando a squarcia gola il nuovo cd che ho comprato dei Negramaro, perché io in macchina canto sempre e adoro la musica italiana, perché prima di tutto la capisco e poi posso cantarla come una pazza vedendo gli sguardi incuriositi  nelle macchine che incrocio…ma io…me ne frego, sorrido e continuo a vivere nel mio sogno.
Adoro le canzoni strappalacrime, romantiche, che ti fanno sobbalzare il cuore, che ti fanno piangere smuovendo le emozioni e nei miei periodi bui spesso prendevo la macchina, accendevo la radio con la mia amica “Arisa” e cantavo e piangevo tirando fuori il mio dolore insieme alla sua voce e, mentre imboccavo la strada per tornare a casa, mi sentivo molto meglio.
C’è chi per tirar fuori la rabbia e il dolore va su una montagna e urla con tutto il fiato che ha in corpo, io invece….. canto. Ora per fortuna posso dire di cantare ridendo, quindi, sì, la mia vita sta andando molto bene e il mio cuore è guarito!
Dopo avervi tediato con tutte queste mie pazzie, voglio continuare a raccontarvi di questa mia meravigliosa domenica.
Sono tornata a casa e ho preparato la colazione-pranzo, per me e mio marito, alcune fette di pane (fatto ieri sera ai cereali) con burro e marmellata di ciliegie (della mia dispensa), un bel bicchiere di latte fresco e un caffè.
Poi ho ripreso in mano la mia tavola di legno che avevo accantonato perché non non contenta di com’era venuta e ho deciso di colorarla di bianco e poi di un bel celeste intenso come il cielo di oggi….amo la primavera e ora per i piatti veloci e freschi che ho intenzione di preparare per questa stagione c’è bisogno di una base un po’ più….colorata. Poi vedrete e mi direte!
Dopodichè ho messo in lavastoviglie tutti i vasetti di vetro, perché presto inizierà il mio “periodo-marmellate” quindi li sterilizzo così: lavastoviglie al massimo (70°C). Al corso dell’HACCP la signora ci disse che nemmeno la sterilizzazione in pentola è veramente sterilizzazione, perché l’acqua dovrebbe mantenere i 121°C per 15 minuti fissi, ma le confetture e marmellate hanno una cottura molto lungo e con lo zucchero e lo zucchero, come il sale o l’affumicatura, sono ottimi metodi di conservazione, perché  qui i batteri non possono riprodursi. Chiaramente la cottura per quanto riguarda le confetture deve essere lenta e molto lunga, se viene usata la pectina che accelera la bollitura in 3 minuti, questo accelera il procedimento di cottura, quindi la loro conservazione non potrà essere molto lunga, come per le confetture classiche “della nonna” o dell’Azzurra per intendersi!
S’impara sempre qualcosa vero?
Mi sono riposata un po’, fatto una doccetta e ora vado a prepararmi per andare col mio amore a mangiare un pizzino (pizza).
Vi lascio con questa frittatina alternativa preparata con gli ingredienti che avevo in frigo, ricetta “svuota-frigo” potrei definirla, e, come spesso accade, risultano poi essere tra le migliori!

Ingredienti per il ripieno:
250 g di ricotta di pecora
10 ciliegini
1 mazzetto di rucola fresco (bio)
5-6 mandorle tritate
qualche foglia di maggiorana
qualche foglia di timo
2 cucchiai di pangrattato
1 pezzetto di pecorino (o altro formaggio che avrete)
sale e pepe q.b.
Ingredienti per 2 frittatine:
4 uova
1 grattatina di noce moscata
sale e pepe q.b.
Un mazzetto di asparagi
fior di sale
sale e zucchero
pepe
Procedimento:
Lavate e tagliate i pomodorini e la rucola (asciugandola con un canovaccio)
Tritate le mandorle in un mortaio o tagliandole grossolanamente con un coltello.
Unite tutti gli ingredienti alla ricotta e amalgamate bene.
Sbattete a parte due uova con noce moscata, sale e pepe, versate un goccio d’olio in una padella e cuocete la frittata prima da un lato e poi dall’altro.
Dopodichè mettete al centro il ripieno e arrotolate la frittata.
Lavate gli asparagi, privandoli del fondo più duro e versateli in acqua bollente per 5-7 minuti. Aggiungete all’acqua un pizzico di sale e zucchero, questo permetterà ai vostri asparagi di mantenere il loro colore brillante.
Impiattate vicino alla frittatina e cospargete con fior di sale e pepe.
Bon appètit!

 

Conservare in barattolo

il mio DADO VEGETALE HOMEMADE su…SALE&PEPE!!!

Febbraio 22, 2014
Buongiorno meraviglie….oggi vorrei augurarvi un buon week end con una ricetta, per me, molto speciale:
il mio DADO VEGETALE finito sul numero di Marzo della rivista Sale&Pepe!!!
Prima di sposarmi partecipai ad una dimostrazione del Bimby e tra tutte le cose che riusciva a fare quel robot magico, mi rapì il cuore l’idea di poter produrre il DADO-IN-CASA.
Conoscete ormai da tempo, la mia passione per tutto ciò che si può conservare, quindi cosa c’è di meglio, se non preparare tante vaschettine o vasini disporli in freezer usandoli, al momento necessario, per una buona vellutata, un risotto o una spezzatino?!
Chiaramente non è indispensabile avere il Bimby potrete farlo lo stesso, usando un minipimer o altro robot da cucina, dovrete solo allungare il tempo di cottura.
Ormai sono anni che lo faccio per la mia famiglia, per i miei genitori, per mia sorella in quantità industriale, utilizzando vari prodotti che il mio orticello offre a seconda delle stagioni, per questo potrete variare le verdure come più vi piace, cambierà solo la consistenza della crema che otterrete, più o meno densa variando a seconda dell’acqua contenuta nelle verdure utilizzate, ma, fidatevi, il risultato sarà in ogni caso eccellente. Gli unici ingredienti ai quali non potrete rinunciare saranno:la cipolla, l’aglio, il sedano, la carota e gli odori essendo questi la vostra base.
 Ingredienti:
200 g di sedano
2 carote
1 cipolla
1 porro
1 spicchio d’aglio
2 zucchine
1 pomodoro (in estate ancora meglio)
1 bel pezzetto di radice di zenzero
1 ciuffo di prezzemolo
5-6 foglie di basilico
2-3 foglie di salvia
1 rametto di rosmarino (togliendo via il gambo)
30 g di vino bianco di buona qualità
1 cucchiaio di olio e.v.o.
200 g di sale grosso
parmigiano a piacere (io non lo metto)
potete mettere qualche foglia di cavolo nero (eliminando la parte centrale)
un pezzetto di cavolo a vostra scelta
(è una ricetta molto versatile)

Procedimento:

Tritate tutte le verdure nel boccale: 10 sec. vel.7
Unite il sale, l’olio e il vino e cuocete: 20 minuti vel.2 Varoma.
Varoma significa “lasciar evaporare” quindi, nel caso in cui userete un normale tegame cuocete le vostre verdure senza coperchio e allungando la cottura ancora di 10-15 minuti.
Se avete scelto di mettere anche il parmigiano, aggiungetelo solo alla fine.
Aumentate la velocità a 6 per 1 minuto, frullando bene in modo da ottenere una crema ben omogeneizzata. Se necessario date ancora 2 colpetti vel.Turbo.
Distribite in piccoli vasini di vetro, o nei contenitori per il ghiaccio e congelate in freezer, fino al momento dell’utilizzo.
Non importerà toglierli troppo tempo prima, perchè la consistenza sarà appena dura, basterà lasciarli ammorbidire il tempo necessario all’acqua per bollire.
Io ve lo consiglio vivamente, è un ottimo modo per avere il DADO sempre a portata di mano e, fondamentale: è completamente sano!!!
Bon appètit!!!

 

Conservare in barattolo

olive toscane sotto sale

Novembre 5, 2011

 

Dopo la raccolta delle ulive che c’è stata circa un mesetto fa, nel giardino di casa mia erano rimaste alcune olive sole e abbandonate, così mio padre ne ha raccolto un bel panierino e ci siam detti “cosa ne facciamo?” ecco l’idea by mia amica Frida. Siccome queste olive nerissime sono anche amarissime  mi ha detto di fare così:
puliscile con un panno e togli i rametti e le foglie, versale nei vasi. Aggiungi un pò di sale grosso.
Intanto taglia a pezzettini la scorza di 1 arancia non trattata, di un limone non trattato e aggiungile alle ulive , taglia a pezzettini 2 spicchi di aglio  e 2 peperoncini e aggiungi.
Infine metti nei vasi 1 o 2 foglie d’alloro ciascuna.Copri con altro sale grosso e scuoti bene in modo che si mescolino.
Fra qualche giorno capovolgi e scuoti i vasi, e così per almeno 3 o 4 volte.
Puoi assaggiarle dopo la quarta volta, se sono sempre amare continua il procedimento.

Ottimo garantito!
Bon appetit…plus tard
Ricette per bambini, Secondi piatti

Pollo fritto ma goloso goloso

Gennaio 21, 2022

Beh che dire quando si dice hai bambini “Pollo fritto e patatine” vedi i loro occhi illuminarsi, ma questa versione é decisamente perfetta, dovrete provarla.

Il tris di passaggi rende la panatura perfetta e quel retrogusto di limone ti lascia la bocca buona, quasi a sgrassare il fritto.

Quasi per dirvi che vi darà la sensazione di una versione light, ma decisamente non lo é, ahhahahaah

Ingredienti:

1 petto di pollo io da Simone L’Antica Macelleria

la scorza grattugiata di un limone bio

qualche fogliolina di maggiorana

2 uova

farina

pangrattato

Sale

10ml di latte

olio di arachidi per friggere

Procedimento:

  • Per prima cosa passate le fette di pollo nella farina, sbattete le uova, aggiungete il latte e adagiateci le fette infarinate
  • Ora passatele nella panatura dove avrete grattugiato la scorza di limone e avrete sminuzzato le erbette
  • Portate l’olio a temperatura e friggete le vostre fettine di carne
  • Io le servo con patate fritte, nel mio caso, prima cuocio le patate e poi le fettine di carne
Pollo fritto e patatine
Pane e lievitati salati

Crosta terrestre o crosta di pane? La mia montagna di pane

Gennaio 18, 2022
Pane

Mi é tornato il desiderio di preparare il pane cuocendolo in pentola, avete mai provato?

Adoro questo tipo di cottura perché la crosta croccante é sottile e al centro il pane é soffice morbido.

Quelle ampie fette di pane perfetto perun “pane e olio” o “pane al cioccolato” entrambi molto amati da Eliolino,beh e non solo da lui!

Dovrete tenere a mente solo due accortezze: scaldare la pentola dieci minuti in forno a 220’C, sprecare il forno con farina ( sennò il pane vi si attaccherà al fondo comecolla) e la pentola deve essere in ghisa da forno per questo resistente ad alte temperature.

Ma ora veniamo alla foto di questa eterna bellezza, facendo la foto in esterno e ingrandendola ci siamo resi conto col Meoni che sembrava una montagna ( di pane)con sfondo cielo azzurro!

per questo le parole del post su Instagram che han fatto parlar di sé

“Una fotografia scattata all’aria aperta con il cielo per sfondo e una “montagna” per pane.

Crosta terrestre e crosta del pane, così diverse, ma così altrettanto uguali, non trovate?

Riprendiamo coscienza delle regole fondamentali della vita:

  • Non maltrattare la terra maprendersene cura
  • creare il pane con le nostre mani prendendo coscienza della materia prima che ci nutre

iniziamo il nuovo anno con buoni propositi, é dalle piccole cose che possiamo cambiare il mondo, impegnamoci!”

Pane

Ingredienti per il pane:

400g di farina 0

100g di farina integrale

330ml di acqua

3g di lievito secco o 30g die lievito madre secco

1 cucchiaino di sale

1 cucchiaino di zucchero

Procedimento per creare il pane:

  • Mettete tutti gli ingredienti in Cook Expert o altro robot planetaria
  • Formate una palla adagiatela inciotola infarinata, create una incisione a croce con un coltello e coprite con pellicola
  • Riposo in forno spento luce accesa per circa 3 ore
  • Rovesciate l’impasto triplicato di volume su una spianatoia infarinata, fate le pieghe, formate una palla
  • Infornate la teglia vuota con coperchio ip10 minuti a 220’C
  • riprendeta la pentola, versate due cucchiai di farina spargendola sul fondo e adagiatevi il pane
  • Chiudete il coperchio e infornate a 220’C per 35 minuti
  • Scoprite e continuate la cottura per 10 minuti ancora
  • Toglietelo dalla pentola e lasciatelo “chiacchierare” su una griglia
Pane
Gluten Free, Magimix, Ricette per bambini, Vellutate e zuppe

Vellutata al finocchio

Gennaio 11, 2022
Vellutata di finocchi

Viste tutte le calorie che abbiamo ingurgitato per queste feste vi svelo la mia ricetta depurativa: vellutata di finocchio.

Arricchita da una patata per permettere alla zuppa di avere una consistenza più soda, evitando aggiunta di farina o panna, sarà perfetta anche servita con una mazzancolla a vapore e crostini croccanti.

Vediamo allora quali ingredienti ci vorranno per la nostra vellutata di finocchio

Ingredienti:

3 finocchi

1 scalogno o metà cipolla rossa

1 patata

3 dita di acqua

mazzancolle a seconda di quanti siete, io ne metto 1 o 2 a testa

bocconcini di pane tostato (se avete persone intolleranti al glutine utilizzate un pane per celiaci)

1 punta di cucchiaino di sale che aggiungerete se necessario

Procedimento per la vellutata:

  • Per prima cosa soffriggete olio e cipolla se userete il Cook Expert mettete il programma Esperto 1 minuto 100’C
  • Pulite la patata e i finocchi versate tutto nel boccale o in pentola e aggiungete acqua e sale. Se vi piace potete aggiungere una punta di cucchiaino di cumino
  • cuocete per 30 minuti e frullate. Se avete il cook expert programma Vellutate e fa tutto da solo
  • Negli ultimi 10 minuti aprite il coperchio inserite il cestello con le mazzancolle, se hanno il guscio cuocetele 10 minuti, se invece l’avete tolto quando avete tolto con uno stecchino il filo nero sotto il carapace, allora vi basteranno 5 minuti di cottura
  • Servite con pane croccante e una mazzancolla per piatto