CENCI DI CARNEVALE….

20 Feb 2014
Difficoltà:

Tempo:

 

A quest’ora sì sono sempre sveglia, perché io sono una di quelle romanticone che guardano Sanremo, il Festival di Sanremo…
Un legame forte ci lega, in quella terra sono nata, in quella terra ho visto la luce, in quella terra ho vissuto i miei mesi più belli, perchè mi trasferivo lì in estate da giugno a settembre con la mia famiglia che nella stagione estiva caricava tutta la nostra “casa” in macchina per vivere in Liguria 3 mesi per lavoro e là ho stretto le amicizie più belle, ricordi, emozioni, i primi amori, le prime cotte, là la sera vivevamo le scorribande dell’adolescenza.
Non so, spesso mi chiedo perchè le amicizie più forti siano così lontane, forse si rafforzano perchè è così poco il tempo in cui stiamo insieme che lo viviamo intensamente quasi a toglierci il respiro. Non sono mai stata una ragazzina problematica per i miei genitori, forse anche il fatto di avere una sorella maggiore mi ha agevolata nell’uscite la sera, nei fuoriori, anche se l’orario massimo fino a 17 anni del nostro coprifuoco era MEZZANOTTE!!!
Ma non ho rimpianti, non ho tristezze nel mio passato, ma solo tanti sorrisi, batticuori e felicità. Con le mie amiche io e mia sorella abbiamo fatto il primo viaggio da sole, interreil, Praga-Budapest-Bratislava, mica poco, per due che non erano mai uscite sole dall’Italia. Eravamo 4 ragazze alla scoperta della vita, vivere negli ostelli, viaggiare nei treni sfasciati di quelle zone, conoscere personaggi alquanto strani, il primo (e unico) piercing immortalato con una foto ricordo dei nostri quattro ventri giovani, non vi dico il putiferio che scatenò quel gesto!!!
E’ stato il nostro massimo segno di trasgressione, che ebbe delle conseguenze ma mai ce ne siamo pentite!
E ora sono qui con note di canzoni in sottofondo, che mi scuotono il cuore, perchè la musica è così, la musica è passione, la musica è ricordo, la musica sono lacrime, dejavous, gioia, parole che ti riportano alla mente momenti importanti, vibrazioni che ti scivolano lungo la schiena ritrovandoti rannicchiata con le lacrime che ti scorrono sul viso e non sai neppure tu perché…
Io sono questo, sono un turbinio sconnesso di emozioni e questo lato di me….mi piace, mi crogiolo nel pensiero di sapere che sono VIVA!!!
Sarà che è tornato mio marito dopo 7 giorni, non eravamo stati lontani per così tanto tempo, era come se mi mancasse l’aria, ma ora la mia aria è tornata e vibro di tutte queste sconfusionate note che gironzolano dentro me!!!
Questi sono i cenci che ho preparato alcune sere fa, la ricetta l’ho trovata su internet come “Cenci Pratesi” essendo io Toscana, abitando vicino a Prato ho voluto provarla e…ve la suggerisco è davvero ottima!

Ingredienti:
2 uova
350 g di farina 00
50 g di burro a temperatura ambiente
la scorza di 1 limone grattugiata
poca acqua
1 cucchiaio di vinsanto
1 pizzico di sale
olio di arachidi per friggere
Procedimento:
Versate lo zucchero nel boccale del Bimby (o in altro robot) e polverizzate: 10 sec. vel.7. Unite le uova: 10 sec. vel.4
Aggiungete la farina, il burro morbido, il vinsanto, il sale, la buccia del limone e impastate: 3 minuti vel. Spiga.
Avvolgete l’impasto nella pellicola e lasciate riposare in frigo per 30 minuti.
Stendete l’impasto su una spianatoia infarinata e ricavate delle striscine (la forma che più vi piace) di un’altezza di pochi millimetri.
In un tegame mettete abbondante olio e appena sarà bollente versate un striscia per volta. Quando saranno dorati da entrambi i lati disponeteli su carta gialla, in modo che assorba l’olio in eccesso.
Quando avrete fritto tutto il vostro impasto spolverizzate con abbondante zucchero a velo.
Bon appètit!

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

Estate

Influencer per Verdissima

Difficoltà:

Alta

Tempo:

Una vita

Dolci, Estate

Galette alle ciliegie

Difficoltà:

Facile

Tempo:

40 minuti

Estate, Se semini raccogli

Eliminare i pidocchi dalle piante

Difficoltà:

facile

Tempo:

15 minuti

Primavera, Primi piatti

Orzo e verdurine di stagione

Difficoltà:

facile

Tempo:

1 ora